Basket, Girone UD A U14: Una sconfitta fra amici

Articolo di Alessandro Taddei - 14 anni

 

La mia squadra, il Feletto “A”, si doveva scontare con la squadra del Povoletto “P.A.F.” per guadagnarsi il passaggio al girone successivo.

 

Era una partita importante, non solo perché c’era in ballo la qualificazione, ma soprattutto perché la squadra che andavamo ad affrontare era la mia ex squadra. Quella nella quale avevo militato da quando avevo cinque anni fino all’anno prima! Il mio allenatore mi aveva chiamato la sera prima dell’incontro per essere sicuro che io avessi il giusto approccio alla partita. Sono uno che gioca per vincere, ma devo mantenere calma e lucidità!

 

Siamo scesi in campo tutti motivati e decisi, per fortuna quel giorno nessuno era partito già sconfitto da casa!

 

Ma non eravamo gli unici, i giocatori del Povoletto ci hanno dato del filo da torcere. Per i primi due tempi siamo riusciti a mantenere un vantaggio di più o meno cinque punti. I miei compagni sono in gamba e giocando in squadra riusciamo a fare veramente delle belle azioni.

 

A volte ,però, il pensiero che l’avversario che abbiamo davanti possa essere più forte di noi manda in crisi l’intera squadra.

 

Dopo l’intervallo siamo un po’ calati di concentrazione e gli avversari sono passati in vantaggio.

 

Il terzo tempo si è chiuso con venti punti di distacco a loro vantaggio.

 

Pur conoscendo bene quelli che erano stati i miei compagni di squadra e i loro metodi di gioco, contrastarli era veramente difficile! Si stavano dimostrando effettivamente più forti.

 

Nell’ultimo tempo grazie ad uno sprint finale siamo quasi riusciti a superarli, ma allo scadere ci siamo lasciati sfuggire i canestri che sarebbero stati determinanti per la qualificazione.

 

La partita è finita con un punteggio di 60 a 48. Ma la parte più importante dell’incontro, secondo me, è stata quando, dopo esserci dati il cinque, i miei ex compagni di squadra mi hanno fermato e mi hanno fatto i complimenti. Si sono dimostrati gli amici di sempre oltre che dei temibili avversari.

 

 

Feletto “A” in maglia gialla: da sinistra 00 Matteo Coceancig – 4 Jacopo Del Bo – 24 “io” Alessandro Taddei

Povoletto P.A.F. in maglia bianca 11 Nassim – 17 Laorenzo Maldarelli – 18 Giacomo DellaVedova – 10 Jacopo Russo

 

 

Feletto “A” 15 Andrea Bidoli

Povoletto da sinistra Giovanni Clochiatti e Mladen

 

Io e Nassim

Pubblicato il 17 giugno 2018