Ciclismo, Murro si impone anche sui maschietti

La gara di ciclismo su strada che desidero raccontare è quella di Majano: la domenica mattina mi sono svegliata presto e mi sono ricordata della gara ero felicissima perché  l’aspettavo da tantissimo tempo non vedevo l’ora di arrivare, e quando siamo arrivati con la squadra ho visto per la prima volta il percorso, la mamma e il papà me ne avevano già parlato perché  l’aveva corsa anche La mia mamma e mi aveva raccontato che l’aveva vinta quando aveva 11 anni, io mi sono emozionata ed ero fiera di lei.

 

Il percorso mi è piaciuto da subito perché c’era una salitina, con i miei compagni e l’allenatore abbiamo fatto dei giri di prova per memorizzare meglio il percorso. Sono iniziate le gare, ero alla partenza e mi sentivo un po’ agitata la giudice che era la mia mamma ha fischiato la partenza  siamo partiti c’erano due giri, durante la corsa sono stata in gruppo, e appena  passati sotto l’arrivo e suonata la campana che avvisa che sta per iniziare l’ultimo giro io ero in sesta posizione arriviamo alla salitina finale e vedo due miei compagni davanti, io  risalgo in terza posizione, trovo lo spazio molto stretto per passare, e senza paura pedalando a tutta grinta, passo nel mezzo e vinco, battendo tutti i maschietti per la prima volta.

 

Ero felicissima perché dopo 22 anni ho replicato la vittoria della mamma, che presa dall’emozione, non ha preso il mio numero, ma per fortuna, la mia vittoria era evidente e non ci sono stati dubbi.

 

Dopo l’arrivo ho abbracciato fortissimo la mamma e il papà, mio fratello gemello Nicholas che ha è arrivato terzo.

 

Un’ altra cosa bella che devo raccontare, è successa il giorno dopo quando il mio nonno mi ha portato a casa il Messaggero Veneto dove c’era l’articolo sulla mia gara con il titolo: “Camilla Murro figlia d’arte tutti i maschietti mette a ruota”, una bella soddisfazione per una bimba come me di soli sette anni.

 

Il ciclismo secondo me e lo sport più emozionante e faticoso che ci sia, ma io quando pedalo sulla mia bicicletta mi diverto, ce la metto sempre tutta, comunque vada io sono sempre felice.

 

Viva il ciclismo e tutti i bambini che lo praticano e si divertono.

 

Pubblicato il 18 giugno 2018