Ginnastica ritmica, Gara nazionale C2: l’amicizia vale più dell’oro

Articolo di Clizia Zanini - 12 anni

 

Fabriano, 1 dicembre, gara nazionale di serie C2 di ginnastica ritmica.

 

Le ginnaste dell’associazione L’Impronta di Pordenone, Elisa Chiandotto, Alexia Hordoan, Melissa Kodra, Giulia Scudeler e Clizia Zanini assieme al tecnico Michela Mencurri, dopo essere riuscite a qualificarsi, affrontano assieme questa bellissima avventura.

 

L’emozione era alle stelle, ma un malore di una compagna di squadra ha rischiato di far saltare l’esibizione. Solo la forza della loro amicizia gli ha permesso di gareggiare. Il risultato non è stato purtroppo quello tanto desiderato, la squadra infatti si è classificata solamente al 50° posto, ma le ginnaste ne sono uscite contente e pronte per un’altra sfida.

 

Sentiamo direttamente dalle parole di una delle protagoniste, Clizia Zanini, com’è andata la gara.

 

Com’è iniziata la vostra avventura in serie C?

 

“E’ iniziato tutto con l’euforia della qualificazione e con allenamenti molto intensivi per cercare di arrivare più pronte possibile alla gara. Siamo una bella squadra e anche amiche e questo ci rende molto unite.”

 

Quali sono state le prime sensazioni ed emozioni arrivate al palazzetto di Fabriano?

 

“Abbiamo subito notato che le nostre avversarie erano molto più sciolte e più precise di noi, i loro giri panchè erano fantastici! Non ci siamo però perse d’animo e abbiamo cercato di dare il massimo anche grazie alla nostra allenatrice Michela che ci incoraggiava.”

 

Qual’è l’imprevisto che ha rischiato di farvi saltare la prova?

 

Prima di entrare in pedana una compagna ha avuto un malore, abbiamo cercato di farle coraggio, di starle vicino e di tranquillizzarla.

In pedana eravamo tutte sorridenti nonostante l’imprevisto e abbiamo cercato di dare il massimo.”

 

 

Com’è andata?

 

“L’esercizio non è andato male, non abbiamo fatto errori gravi, ma purtroppo delle piccole imperfezioni e imprecisioni ci hanno penalizzato molto. Nonostante la delusione per il risultato eravamo contente per l’esperienza fatta. Era la nostra prima gara in serie C e avevamo di fronte molte altre opportunità e sfide. Dopo questa bella esperienza la squadra è più unita di prima e con la professionalità della nostra allenatrice riusciremo sicuramente a raggiungere importanti traguardi.”

 

L’esperienza di queste ginnaste ci fa capire che i risultati, le classifiche e i punteggi sono sì importanti ma l’amicizia e l’affiatamento che unisce 5 ragazze di 11 anni, con la passione per la ginnastica ritmica, vince su tutto.

 

[caption id="attachment_10328" align="aligncenter" width="1024"] ????????????????????????????????????[/caption]

Pubblicato il 06 giugno 2018