Ginnastica ritmica, La passione per lo sport supera i momenti difficili

Articolo di Arianna Gasparotto – 12 anni

 

Il 9 giugno 2018 si è svolto il saggio di ginnastica ritmica alla palestra delle scuole medie di Porcia. Faccio ormai parte del gruppo delle grandi. È stato un saggio molto particolare per me perché per la prima volta ho eseguito tre esibizioni.

 

Prima del saggio ero molto agitata perché la nostra allenatrice non si era per niente organizzata con le prove del pomeriggio e perciò ci siamo trovate a dover ancora provare un'esibizione quando mancavano cinque minuti all'inizio del saggio, e dovevamo ancora cambiarci e truccarci! Il tempo che doveva essere usato per le nostre prove era stato utilizzato per altri gruppi, allora ci ha dato appuntamento per le 19:30 ma per quell'ora non c'era e si è presentata poco prima dell'inizio del saggio.

 

Poi, quando abbiamo indossato il body, senza aver ancora provato, la nostra allenatrice si è arrabbiata perché ci eravamo cambiate! Quella sera, come l'ultima partita dell'anno, si è comportato veramente male, in particolare con un nostro gruppo.

 

L’anno prossimo continuerò questo sport con la stessa associazione solo per la grande passione che mi lega alla ginnastica ritmica, uno sport capace di insegnarti molte cose, utili anche per la vita, come il gioco di squadra.

 

 

 

Pubblicato il 27 luglio 2018