Ginnastica ritmica, La vera passione di Piccinno

Articolo di Roberta Piccinno – 12 anni

 

Descrivere le gare alle quali ho partecipato non è impresa da poco ma a me viene relativamente facile e spontaneo essendo tutte quante imprese in maniera indelebile nella mia mente.

 

Mi presento: sono Roberta Piccinno, frequento la scuola media Dante Alighieri qui a Trieste e pratico GINNASTICA RITMICA a livello AGONISTICO, sotto la guida e la disciplina della mia allenatrice Consuelo Manfreda. La gara di cui vorrei parlarvi e che più di tutte ha guadagnato un posto speciale nel mio cuore è la prova Campionato Regionale Individuale Silver, tenuta a Lestizza in provincia di Udine, il 4 Maggio 2018; io ho gareggiato con la maglia della A.S.D. TRIESTE GINNASTICA riuscendo a totalizzare un buon punteggio che mi ha permesso così di passare alla fase successiva. Gli attrezzi utilizzati sono stati la PALLA, l’attrezzo che più di tutti mi rappresenta e con la quale mi sento più a mio agio, il CERCHIO eseguito correttamente, il NASTRO anch’esso andato bene tranne per alcune sbavature e infine le CLAVETTE, il mio attrezzo preferito.

 

Mi ricordo quel giorno come se fosse ieri e in particolar modo non potrò mai dimenticare i complimenti della mia allenatrice, non solo per l’esibizione ma anche per come sono riuscita a gestire l’emozione, tasto dolente che molte volte ti porta a sbagliare. Nell’anno corrente ho altre gare di Serie C-B da sostenere, e la prima è il 22 Settembre a Trieste; inutile dire che non vedo l’ora di affrontarla e di mettermi in gioco ancora una volta soprattutto perché la ginnastica ritmica più che uno sport è diventato per me una vera e propria passione e parte fondamentale della mia vita che mi fa sentire me stessa e mi lascia esprimere ciò che provo e sento nel mio cuore attraverso semplici movimenti.

 

Pubblicato il 31 luglio 2018