Judo, 3° Trofeo internazionale “Montereale Valcellina”: Un terzo posto per migliorare

Articolo di Gaetano Desiato - 14 anni

 

Mi chiamo Gaetano e ho 14 anni. Pratico judo da ormai otto anni e faccio parte del Judo Club San Vito.

 

Di gare ne ho fatte molte, ma solo poche sono state quelle davvero importanti per me. Una di queste è recente e si tratta della gara a Montereale Valcellina del 18 marzo.

 

Come ogni volta sono arrivato pensieroso e preoccupato insieme a mio padre, ai miei compagni di squadra e all’allenatore. Dopo ave verificato il peso, ci siamo riscaldati e siamo andati a sedere sugli spalti. Aspettavo solo che mi chiamassero sul tatami per iniziare l’incontro.

 

Alla fine della gara sono arrivato terzo e la cosa più simpatica è stata che ho combattuto anche contro un mio compagno di squadra. Come accade al termine di ogni gara, l’allenatore ha fatto un discorso ad ognuno di noi sulla propria prestazione; a me ha spiegato su cosa lavorare per provare a dare di più nelle prossime competizioni.

 

Riflettendo sulle sue parole ha capito di aver bisogno della carica prima di ogni gara, di trovare il giusto equilibrio tra adrenalina e paura che può aiutarmi a rendere al meglio e a migliorare i miei risultati.

 

So di avere grandi potenzialità e che dipende tutto da me e dal mio stato mentale: affrontando al meglio la gara eliminerò le mie ansie e sarò più concentrato.

 

Adesso aspetto solamente la prossima gara e so giù che arriverò lì con qualcosa in più.

 

Pubblicato il 06 giugno 2018